Testo di — BEATRICE COSTANZO

 

Come ogni anno, arriva quel momento tra novembre e dicembre in cui gli scaffali dei negozi di musica iniziano a riempirsi di raccolte, nuove uscite ed edizioni speciali, le classifiche dei digital store si popolano di download di Bublè e sotto agli alberi degli appassionati di musica compaiono pacchetti e pacchettino dalla tipica forma quadrata, più o meno grandi per nostalgici di vinili ed lp.

Il 2015 è stato un buon anno per la musica italiana ed internazionale, con numerose pubblicazioni di alto livello di cui vi proponiamo una selezione da regalare, regalarsi o semplicemente inserire in una playlist della vostra piattaforma di ascolto preferita e godersi tra una abbuffata e l’altra durante le Feste.

Tony Hadley – The Christmas Album

tony_hadley_xmas_album

L’album natalizio per eccellenza del 2015 è quello di Tony Hadley, volto noto degli Spandau Ballet. Registrato completamente in Italia con la pretesa di non realizzare una classica e pomposa rivisitazione dei classici delle festività, la concentrazione dell’ascoltatore è orientata principalmente sui testi, in un’alternanza di brani celeberrimi come “Let It Snow”, “Santa Claus Is Coming To Town” e “Ave Maria” di Schubert ad altri che non hanno goduto di grandissimo successo nel nostro paese, come “Stay Another Day” degli East 17 e “Lonely This Christmas” dei Mud. Se siete in cerca di un album dal sapore festivo, ma di Bublè ne avete già la casa piena The Christmas Album è quello che fa al caso vostro.

Adele – 25

adele-quotes

Se Hello non vi basta più e volete ascoltare 25, nuovo e già celeberrimo album della cantante inglese dominatrice delle classifiche Adele, l’unica alternativa è comprarlo, regalarlo o farvelo regalare in copia fisica o digitale, poiché l’artista ha deciso di non renderlo disponibile sulle piattaforme streaming come Spotify. Natale non è certo il periodo in cui deprimersi e piangere tutte le storie d’amore andate male con la sola compagnia di un divano e un’enorme vaschetta di gelato come nelle migliori immagini cinematografiche, ma una serata malinconica tra caminetto acceso e una voce portentosa non può far male a nessuno.

Coldplay – A Head Full Of Dreams

AHFOD1000

I Coldplay sono tornati proprio in questo ultimo mese con il loro settimo lavoro in studio, anticipato dal singolo Adventure Of A Life Time e dalla struggente Everglow, una sorta di malinconico ritorno alle origini per la band di Chris Martin, perla che da sola dà valore a tutto l’album. Nonostante abbia ricevuto critiche non proprio all’altezza delle aspettative, che vanno da “una sperimentazione dai risultati prevedibil” a “l’album più pop del gruppo”, A Head Full Of Dreams risulta comunque un ascolto piacevole e dai connotati piuttosto “natalizi” che lo renderanno sicuramente un regalo molto diffuso e apprezzato tra i fan italiani, o forse solo una piccola consolazione per l’esclusione dell’ Italia dal tour europeo della band inglese in programma per la prossima estate.

 

Bring Me The Horizon – That’s The Spirit

Bring-Me-The-Horizon-Thats-The-Spirit

Di tutt’altra pasta è il nuovo disco della rock band di Sheffield, che contiene singoli come Happy Song, Throne e True Friends, già divenuti i veri e propri inni generazionali del 2015 in patria inglese, dove il gruppo capitanato dal carismatico Oliver Sykes, già proprietario del celebre brand di abbigliamento alternative Drop Dead, è passato da essere un semplice gruppo emo di nicchia ad una band di successo assoluto in termini di classifiche, radio e concerti, praticamente tutti sold out in ogni parte d’Europa, unica data italiana del prossimo 8 aprile all’ Alcatraz di Milano compresa. Consigliato non solo agli amanti di scream e pogo pesante, That’s The Spirit, con il suo iconico ombrello in copertina, può essere il regalo perfetto per qualunque appassionato di rock made in the UK.

Marco Mengoni – Le Cose Che Non Ho

marco-mengoni-cover-le-cose-che-non-ho

Percorso simile, nonostante il genere musicale completamente diverso, è quello compiuto in questo ultimo anno nel nostro paese da Marco Mengoni, che dopo la pubblicazione di Parole In Circolo lo scorso gennaio e un tour che ha registrato un successo assoluto nei palazzetti di ogni città toccata, ha pubblicato il suo nuovo album il 4 dicembre, anticipato dal singolo Ti Ho Voluto Bene Veramente. Chiusura di un percorso iniziato con il precedente lavoro, l’artista ha dichiarato a proposito di Le Cose Che Non Ho “ho scelto questo titolo per ricordare a tutti, ma prima di tutti a me stesso, quanto sia importante sapersi guardare dentro, imparare a godersi gli attimi della vita, i singoli momenti che compongono una giornata, e – nel mio caso- la fortuna che mi è capitata di fare ogni giorno quello che più mi piace.” Ci sembra un buon modo per augurare delle serene festività natalizie e il meglio per il nuovo anno in arrivo.

 

Kendrick Lamar, To pimp a butterfly

3813bcd3d4accb7634eea23a2a7ab190.1000x1000x1

Il 2015 è stato l’anno del rapper statunitense Kendrick Lamar, nell’ hip hop come più in generale nella musica di protesta, soprattutto sul suolo americano dove la musica si è fortemente schierata a condanna di discriminazioni e attacchi nei confronti degli afroamericani. Ma Pimp A Butterfly, uscito a marzo, è qualcosa di più di una denuncia politica, seguendo il filone del conflitto interiore e della lotta alla depressione tramite la metafora del bruco e della farfalla. Aperto alla contaminazione di diversi generi che vanno dall’elettronica al jazz passando per il funk psichedelico, l’album si fa apprezzare anche dai non puristi dell’hip hop, diventando un perfetto regalo di Natale per appassionati e non.

Ryan Adams, 1989

homepage_large.d34940bc

Prendete un cantautore alternative rock di nicchia e l’album pop più popolare dell’anno, miscelate con arrangiamenti e sonorità anni ’80, condite con riferimenti costanti a grandi come Smiths, Pixies, Cure ed otterrete “1989” nell’intera versione coverizzata da Ryan Adams, prova tangibile di come se le canzoni sono buone, lo sono con qualsiasi arrangiamento. Perfetto non solo per gli adepti del pop di Taylor Swift che sapranno apprezzare le cover dell’artista americano, ma anche per gli amanti di un country rock soft, acustico e rilassante da godersi nelle fredde serate invernali.

Tiziano Ferro – TZN

tiziano_ferro-TZN

Il Tizianone Nazionale quest’anno non è stato fermo un attimo, nonostante non abbia pubblicato un vero nuovo album di inediti. A portarlo al trionfo, con un tour prima negli stadi e poi nei palazzetti che lo ha definitivamente consacrato tra i grandi del pop cantautoriale italiano, è stata infatti la raccolta “TZN – The Best of Tiziano Ferro”, ripubblicata il 20 novembre 2015 in versione “Lo Stadio Tour 2015 Edition” contenente due CD e un DVD live registrati durante le date del 4 e 5 luglio allo Stadio San Siro di Milano. Sia che abbiate preso parte a una delle date del tour italiano dell’ anno sia che ve lo siate persi, vale sempre la pena ridare un ascolto ai brani più famosi di Tizianone che nessuno di noi può esimersi dall’ammettere di sapere a memoria.

 

Frank Turner – Positive Songs For Negative People

frank-turner-psfnp-2

Già dal titolo non può che promettere bene come album da regalare o regalarsi per Natale, un periodo dell’album in cui tutti sono, o almeno dovrebbero provare ad essere, più positivi (e propositivi), ma il nuovo disco del cantautore folk inglese va al di là di un semplice cliché di fine anno. Osannato in patria, purtroppo Frank Turner da noi non gode dello stesso successo, ma è un artista a cui senza dubbio vale la pena dare un ascolto, soprattutto a questa ultima fatica uscita in agosto, che catalizzata in modo elegante un impegno sociale ed etico in senso lato, con testi dedicati alla voglia di migliorarsi e lottare per la propria vita come Get Better e The Next Storm e la struggente Song For Josh, dedicata al suicidio di un amico.

Ennio Morricone – The Platinum Collection

51S4ktsa7vL._SY300_

A chiudere la nostra breve carrellata di consigli per gli acquisti musicali natalizi non può che essere un classico, o meglio una di quelle raccolte che non può mancare in ogni collezione musicale che si rispetti. Evergreen uscito in seguito all’Oscar alla carriera del Maestro Morricone nel 2007, questo triplo album contiene tutte le colonne sonore più famose realizzate dal compositore italiano e divenute nel corso degli anni dei veri e propri inni anche fuori dal cinema. Da ascoltare a Natale, ma non solo!

 

Questa era la nostra selezione, ora a voi non resta che fare un bel copia-incolla nella vostra letterina a Babbo Natale e a noi augurarvi delle serene festività e un buon ascolto!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata