Testo di – GIUSEPPE ORIGO

Pensare di scrivere una recensione allontanando il rischio di spoiler ed anticipazioni quando ancora si e’ cosi’ entusiasti dell’opera recensita e’ cosa difficile.

Si, perche’ vorrei a lungo potermi qui soffermare sulle mille ed una ragioni per cui reputo questo secondo capitolo delle vicende della super-famiglia Disney Pixar al livello del primo film (sempre a firma Brad Bird) se non, sotto molti aspetti, superiore ma, cosi’ facendo, rischierei di rovinarvi la sorpresa di poter godere a fondo di ognuno dei 112 minuti di proiezione.
Bob Parr, marito di Helen e conosciuto anche come Mr. Incredibile, rimane a casa a badare ai loro 3 super figli, Violetta, Flash e Jack-Jack, mentre sua moglie prosegue la lotta contro il crimine, come parte integrante di una campagna a favore del ritorno alla legalità dei supereroi. Il Marketing dei super uomini va alla stra grande, e cosi’il confronto di mr. Incredibile con la vita del mammo, fin quando L’ Ipnotizza Schermi (nemesi di turno) non decide di metterci lo zampino.

coverlg_home
Un film sulle differenze di genere e sulle loro possibili amalgama quotidiane condotto in maniera totalmente aliena ad ogni qual si voglia forma di retorica ma anzi divertente e scorrevolissimo come da tempo non succedeva.

Un capolavoro visivo in cui i personaggi, caricature straordinarie pregne di emozioni semantiche e direttissime, si muovono nel piu’ riuscito dei mondi virtuali, disegnato e costruito in un magistrale quanto preciso affresco digitale.

Menzione d’onore da farsi anche allo short movie di apertura Bao, di Domee Shi: la storia della triste e rassegnata morbosita’ di una madre possessiva innanzi all’ inevitabile crescita del figlio.

Topic profondi e sempre espostissimi alla facile possibilita’ di banalizzazione, trappola nella quale questo vero e proprio capolavoro Pixar non cade mai.

Ottima, anzi brillante, la colonna sonora di Michael Giacchino (Gia’ dietro agli spartiti del primo capitolo).

Non pensate a “Gli Incredibili 2” come all’ennesimo film di Super Eroi o alla parodia animata di tutto questo.. Non lo è mai stato. “L’aspetto interessante”, e qui Bird mette un bel punto a tutte le maldicenze, “sono le dinamiche familiari e come i doveri dei supereroi s’inseriscono in esse”.

Una pellicola che piacera’ e divertira’ grandi e piccini.

Ho detto gia’ troppo.

Dovrete aspettare fino a Settembre, per vederlo in Italia, ma (complice del grande schermo del cinema) vi assicuro che varra’ ogni centesimo speso per il prezzo del biglietto.

taglioAlta_001371

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata