Testo di- DAVIDE LANDOLFI.

 

Beyoncé-Cover-Album

 

Annuncio a sorpresa per Beyoncé che, in una notte evidentemente troppo noiosa, ha deciso di pubblicare il nuovo disco, dal titolo Beyoncé, per il momento solo su iTunes. Senza preavviso, senza promozione, senza un minimo accenno essendo perfettamente in linea con una nuova moda, nata e diffusasi in questo 2013: pubblicare i propri lavori dal giorno alla notte facendo del “purchè se ne parli” un vero e proprio mantra e andando a creare quel chiacchiericcio e quell’hype che le altre artiste riescono ad ottenere solo dopo mesi di promozione. Inoltre, una pubblicazione a sorpresa, per una popstar, significa milioni di copie vendute in pochissimo tempo e di conseguenza la vetta delle classifiche e questo Beyoncé, o chi per lei, lo sa molto bene, tanto da aver comprato tutti i banner di iTunes che preannunciano l’inizio di una promozione monster senza precedenti.

Nel mormorio e nello scompiglio generale, molti i rumors e le ipotesi avanzate riguardo questo nuovo progetto che è stato definito dalla diretta interessata come un visual album. “Io vedo la musica. È più di quanto sento. Quando sono in relazione con qualcosa, subito ne vedo le immagini o una serie di immagini che sono collegate con un sentimento o un’emozione, una ricordo della mia infanzia, pensieri sulla vita, i miei sogni o le mie fantasie. E sono tutti collegati con la musica.

Ai più potrà sembrare l’ennesima genialata targata Knowles, ma già Ciara aveva introdotto il concetto di visual album esattamente pochi mesi fa, limitandosi a fornire 5/6 video di contorno al contrario della più maestosa Beyoncé che ha proposto un progetto con 14 tracce audio e 17 video ascoltabili e visibili (grazie a un’anteprima di pochi secondi) solo su iTunes.

In ogni caso non sono ben chiare le sorti di questo quinto studio album: pare che la stampa del disco fisico sia iniziata proprio oggi per garantire la distribuzione nei negozi pochi giorni prima del Natale e quindi accaparrarsi le vendite natalizie facendo le scarpe a Britney, Gaga, Perry e Miley. Inoltre, pare che la prossima settimana verranno inviati alle radio americane due primi singoli, ancora top secret, per una double release con il fine di allargare il range di nuovi possibili fans: uno in puro stile pop mentre l’altro r’n’b/urban oriented.

Questo nuovo Beyoncé è un progetto ambizioso, senza i soliti fronzoli accalappia classifica: scarseggiano, infatti, le solite uptempo energiche che lasciano spazio a midtempo, slowjams, baby-making-song e ballad per una Beyoncé più intima, più personale e sperimentale. Le sonorità si fanno più r’n’b (Drunk In Love feat. Jay-Z), a tratti si ha la sensazione di sentire una Beyoncè in versione crooner (Rocket) grazie anche  alla presenza di Justin Timberlake nella produzione. Vengono toccate sfumature soul e jazz (Superpower feat. Frank Ocean), non mancano le classiche tracce piene di fierceness (Flawless feat. Chimamamnda Ngozi Adiche) o le ballad toccanti maggiormente concentrate in questo nuovo progetto (Heaven o Blue feat. Blue Ivy).

Insomma, Beyoncé è cresciuta e ha capito che ogni tanto è meglio prendersi del tempo per riflettere senza dover essere costrette in beat frenetici dancefloor oriented. Già con il precedente 4 la musica era cambiata e questo Beyoncé batte la strada intrapresa due anni fa con produzioni eccelse (Hit-Boy, Timbaland giusto per citarne alcune) e una cura per i dettagli al limite del maniacale e dell’ossessivo. Staremo dunque a vedere quale sorte toccherà a questo progetto, se realmente si tratta di un album o se sarà semplicemente un teaser di prova per testare la direzione musicale da intraprendere con il nuovo disco ufficiale.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata