Testo di — BOB CLEAN

 

giuria

 

Il festival si è appena concluso tra alti (pochi) e bassi(troppi) e, a quanto pare, come radio, tv e giornali continuano a ricordarci fino alla nausea, ha trionfato la “diversamente-simpatica” Arisa con “Controvento”.

Il trionfo della cantante lucana non ha colto nessuno di sorpresa nonostante la presenza di artisti probabilmente più meritevoli quali Gualazzi, Rubino, De Andrè, Perturbazione… si sa da tempo che il democratico televoto raramente ha premiato le canzoni veramente meritevoli (basti pensare al trionfo di Mengoni l’anno scorso ai danni degli eclettici Elio e le storie tese), molti sapranno però che per far fronte all’ingenuità del televoto esiste anche un’altisonante giuria di qualità composta da musicisti, critici e personalità del mondo dello spettacolo incaricata di dare un giudizio obbiettivo (e indipendente dalla fama dell’esecutore) alle canzoni in gara. Vabbè, ma il voto della giuria sarà sicuramente insignificante rispetto al potere del televoto, direte voi… e invece no! Per come è attualmente strutturato il sistema di valutazione del festival la giuria di qualità ha un potere enorme, incide per ben il 50% sul punteggio finale, mentre le due tornate di televoto (una durante la terza serata ed una durante la serata finale) incidono entrambe soltanto per il 25%, la giuria ha quindi “il doppio del potere” rispetto al televoto.

Facciamo un esempio.

Gigi, che è molto popolare ma presenta una canzone mediocre, ottiene un punteggio di 8 nella prima sessione di televoto e 7 nella seconda mentre Marta, cantante più di nicchia che presenta un ottimo brano, si becca 5 e 4, sembrerebbe tutto perduto, ma la giuria di qualità nel frattempo aveva assegnato un 2 a Gigi e un 8 a Marta, a questo punto calcoliamo il punteggio finale:

Gigi=(0,25×8+0,25×7+0,50×2)=4,75

Marta=(0,25×5+0,25×4+0,50×8)=6,25

I numeri parlano chiaro, grazie al voto della giuria di qualità Marta è riuscita a battere Gigi, il potere “tamponante” della giuria è inconfutabile.

Questo metro di giudizio è però valido durante le eliminatorie, la votazione finale per il podio prevede una parità di peso tra voto del pubblico e della giuria, si suppone però che in finale siano arrivati i tre artisti più meritevoli e che, per quanto il televoto possa essere naif, alla fine vincerà la canzone effettivamente più meritevole.

Ma cos’è successo quest’anno? In sala stampa la canzone vincitrice ha entusiasmato veramente pochi (non ha vinto premi della critica), mentre le canzoni che hanno effettivamente infiammato gli animi sono state molto penalizzate, Arisa avrà fatto un en plain col televoto che ha reso inutile il voto di qualità?

Per curiosità sono andato a controllare i dati dei risultati ufficiali forniti direttamente dalla Rai e il risultato è stato agghiacciante (come direbbe un noto allenatore di calcio).

  tabcamp

 

Dati alla mano possiamo osservare che alla chiusura del primo televoto della serata finale la classifica finale vedeva Renga in prima posizione, Arisa in seconda e Rubino in terza. Includendo il voto della giuria di qualità l’unico cambiamento è stata la debacle di Renga, scivolato al 4° posto ed escluso dalla finale a tre… la questione si fa sospetta, andando a leggere il voto della giuria scopriamo che Arisa ha preso il 24% dei voti mentre Renga soltanto il 6%… come diamine è possibile??

18 punti percentuali di differenza tra due canzoni ugualmente mediocri sono un’enormità e, cosa più importante, come è possibile che nella classifica stilata dalla giuria di qualità artisti come i Perturbazione e De Andrè, vincitori entrambi dei premi della critica, siano rimasti fuori dal podio??

L’unica consolazione in una classifica troppo simile a quella emersa dal televoto basata sulla popolarità, è rappresentata dal 3°posto dell’accoppiata Gualazzi/Rifo e della risalita di Frankie Hi-Nrg dall’ultima posizione… ma non è certo quello che ci si aspetta da una giuria di qualità.

L’impressione che si ha leggendo i dati è che la giuria lavori perpendicolarmente anziché parallalemente al voto popolare, sembra che i giurati votino sapendo già i risultati del televoto direzionando l’andamento della competizione seguendo un copione scritto da qualcuno (complotto, griderebbe il già citato allenatore di calcio).

Un’ipotesi fantascientifica e complottista che però è rafforzata principalmente da tre punti:

 

1)In sala stampa, nonostante i risultati della prima tornata del voto da casa, molti giornalisti veterani del festival continuavano a sostenere che, nonostante la canzone di Arisa fosse non eccezionale, Renga sarebbe stato falciato a suo favore.

2)Una famosa testata nazionale della carta stampata (assegnata quindi alla sala stampa di “serie A”), fregandosene dell’embargo imposto alle sala stampa, ha diramato sul web la notizia della vittoria di Arisa ben 20 minuti prima dell’annuncio ufficiale.

3)Arisa stessa è apparsa quasi annoiata all’annuncio della sua vittoria.

Facendo un parallelismo con la politica è come se le urne venissero riaperte dopo la pubblicazione dei risultati delle elezioni per far votare gli astenuti (in questo caso la giuria di qualità), che nel frattempo sono stati istruiti sul chi votare per pilotare le elezioni.

La perdita di credibilità della giuria raggiunge poi il suo culmine guardando i risultati della votazione finale.

 tabfin

Era proprio l’anno di Arisa evidentemente.

Preso dallo sconforto vado anche a vedermi i dati relativi alla sezione nuove proposte e noto con piacere che in questo caso la giuria di qualità ha fatto di tutto per cambiare (fallendo) le carte messe in tavola dal televoto a favore di una classifica meno popolare ma più meritocratica… è un piacere misto a sconforto però, è lampante che i giurati senza il peso delle grandi etichette discografiche sulle spalle siano riusciti ad adempiere meglio al loro ruolo.

 tabnuov

Per fortuna sono tutte congetture, sicuramente le grandi case discografiche non hanno interesse alcuno nel pilotare un festival la cui vittoria garantisce una visibilità senza eguali nel panorama della musica italiana, siamo sicuri che lo svarione di quest’anno della giuria di qualità sia solo dovuto ai postumi di un aperitivo alcolico prima della serata finale!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata