Poesia di – FEDERICO SCARFO’

 

Dente di leone,

piccolo fior coraggioso,

Nato tra i denti delle macchine e i fumi del delirio,

e uno studente che passa,l’anima aggravata dai sospiri di morte

dall’Ade donde spirano, e minacciano

il corpo e il cuore di altrettante, ininite morti.

Minuscola innocenza immortalata,

esplodere,

come la propria anima bucata e colpevole,

con innocenza,

nell’aria inquinata dei ricordi

miasmatici dello studio,

dell’insofferenza

ai morsi del dolore,

un dente di leone

con un soffio

 

 

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata