Testo di – GIUSEPPE ORIGO

.

Vivendo nella capitale del Gauteng da ormai 2 mesi  non nascondo certo di aver avuto grandi difficoltà a ritagliarmi una dimensione di presunta normalità in quello che è un melting pot di culture non sempre in civile e pacifica convivenza fra loro.

Ho già scritto a sufficienza della situazione socioeconomica locale, e potete trovare al seguente link l’articolo: http://revolart.it/la-mia-altra-africa-johannesburg/

Sebbene, con la complicità di leggende urbane e totale “alienità” rispetto alla canonica dimensione sociopolitica dell’ archetipico conglomerato metropolitano occidentale, Johannesburg possa incutere una nutrita gamma di timori è, innanzitutto, fondamentale non lasciare che paure affrettate e inconsistenti condizionino il nostro viaggiare e scoprire una città che per molti aspetti può rivelarsi invece affascinante e, quanto meno, curiosa.

In giro per la rete troverete consigli di viaggio pratici scritti da persone senza dubbio alcuno molto più competenti di me in materia di sicurezza (consiglio qui il sito internet viaggiaresicuri.it gestito da La Farnesina, per i lettori italiani, o i corrispettivi nazionali dei ministeri del turismo e degli interni del paese d’origine, per chi mi legge dalle altri parti del mondo) e di viaggi organizzati e non (qui caldeggio l’ottimo sito della celebre bibbia del viaggiatore Lonely Planet o il blog di Turisti Per Caso, dove troverete ottimi consigli su mete più o meno turistiche).

Cercherò invece di raccontarvi qui qualche curiosità a proposito di quelle tappe e quei luoghi, forse meno battuti dai turisti, che invece sono stati capaci di stupirmi e catturarmi, diventando reali tappe fisse della mia quotidianità qui a JoBurg: una città che, una volta scoperta, può rivelarsi una meta più che interessante e piacevole.

.

Nota preliminare: Criminalità e pericoli

Come ho già ampiamente detto, ma penso che in questo caso non si sia mai troppo retorici, Johannesburg e il Gauteng sono posti in cui la criminalità è ancora un serio problema ma è fondamentale, per godersi la città, non lasciare che il timore di cadere vittime di qualche crimine vi induca alla clausura preventiva o, comunque, vada a limitare la vostra esperienza.

– CHIEDETE sempre, piuttosto, ad abitanti del luogo, albergatori, amici, amici di amici consiglio circa la situazione della zona che volete visitare.

– Altro problema legato alla sfera “pericoli” è l’alto tasso di corruzione degli ufficiali di polizia, dovuto agli stipendi da fame. Non di rado capita infatti, soprattutto se bianchi, di essere fermati per strada da pattuglie di polizia con le scuse più varie e meno plausibili ed essere successivamente minacciati di salate multe o indesiderati soggiorni in gattabuia. In questi casi è di vitale importanza non lasciarsi prendere dal panico e mantenere la calma chiedendo chiarificazioni a proposito di quale tipologia di effrazione si sia commessa chiamando l’agente per nome (è scritto su una targhetta sopra il taschino destro, nel caso invece manchi CHIEDETELO PRELIMINARMENTE) e facendo, pacatamente ma comunque fermamente, valere i propri diritti. Ad ogni modo vi consiglio di tenere fra i mille e i duemila rand in tagli piccoli (di modo da fare massa) facilmente raggiungibili nel cruscotto di modo da poter superare le situazioni limite a suon di, concordate, mazzette (non preoccupatevi in tal caso né di morale, né tanto meno di rischio: è all’incirca usanza da queste parti e vi assicuro che è meglio perdere 70 euro di “mazzetta” piuttosto che affrontare una notte di carcerazione preventiva nella prigione di una township).

– Bancomat e carte di credito: carte di credito e di debito sono accettate circa ovunque (meglio se visa) ma è ad ogni modo consigliabile girare sempre con almeno duecento rand in tasca. Vi sono sportelli bancomat (ATM) più o meno ovunque (RICORDATEVI di attivare la carta per i circuiti internazionali): recatevi preferibilmente a ritirare contante durante le ore diurne e mai da soli.

– PORTATE SEMPRE CON VOI IL PASSAPORTO (o, meglio, una sua fotocopia autenticata).

.

Spostamenti

Dimenticate gli autobus: sono pochi e coprono aree molto limitate, per di più non passano con cadenza regolare e l’esperienza di passare 20/30/50 minuti ad attendere una scialuppa di salvataggio che non arriva mai nel mezzo di un sobborgo sovrappopolato può essere snervante.

j1

Evitate i Taxi: il tassametro qui è spesso accessorio e non c’è uniformità di tariffe fra i vari veicoli. Sono noti episodi di faide violente tra tassisti e episodi di rapine perpetrate da questi ai danni degli utenti (spesso però si tratta solo di leggende urbane).

Uber è un’ ottima alternativa e per pochi soldi vi fornirà un mezzo di trasporto affidabile e sicuro (potete scaricare l’app dal sito www.uber.com e collegando la carta di credito, non temete si tratta di un software più che sicuro, il gioco è fatto): inoltre troverete negli autisti degli ottimi compagni di conversazione da cui farvi consigliare a proposito di potenziali mete.

Affittare auto può inoltre essere un’ottima soluzione da tenere in considerazione data anche la grande disponibilità di parcheggi custoditi estremamente economici facilmente raggiungibili pressoché in tutta la città.

.

Cosa Vedere [e fare (e mangiare)] ?

Johannesburg è, a parer mio ed in estrema sintesi, una città che dopo tutto può facilmente rivelarsi divertente ed economica se si hanno chiari i numerosi appuntamenti settimanali e i giusti posti da poter frequentare in base ai propri interessi (che sicuramente qui troverete modo di assecondare pienamente).

.

Neighbourgoods market

Quando? Ogni sabato, dal mattino alle 16:00 + Ogni primo giovedì del mese dalle 18 alle 22

Indirizzo: 73 Juta St, Johannesburg, 2000

j2

Organizzato in quello che durante la settimana è un parcheggio per auto prende vita ogni sabato uno splendido mercato gastronomico popolato da persone di ogni età e nazionalità. Bancarelle nelle quali viene preparata letteralmente ogni sorta di cibo da tutto il mondo, e su cui è possibile trovare ottimi vini, birre e cocktail locali e non. Uno appuntamento da non perdere ulteriormente arricchito dalla stabile presenza di concerti live ed esibizioni di artisti locali in loco e nelle vie confinanti. Nel corso dell’edizione serale informatevi inoltre su quali gallerie ed esposizioni in zona saranno accessibili al pubblico.

 .

1Fox Market The Sheds

Quando? dal giovedì alla domenica dalle 10 alle 17 + Ogni ultimo Venerdì del mese dalle 18 alle 22

Indirizzo: 2048, 2 Fox St, Johannesburg, 2048

j3

Simile al Neighbourgoods ma meno nutrito come varietà di offerta gastronomica (sebbene ce ne sia davvero per tutti i gusti) e più variegato sotto quella di oggettistica e arte locale, il 1Fox The Sheds prende vita in un grosso ex capannone industriale nel centro cittadino. è adiacente a un comodo parcheggio sorvegliato (10 rand) e anche qui, ai siusti orari, troverete musica dal vivo e piacevoli spettacoli.

.

Rosebank rooftop market

Quando? Ogni domenica

Indirizzo: Rosebank Mall, 20 Baker St, Johannesburg, 2196

Nel quartiere commerciale di Rosebank, popolato dei più grandi mall dell’africa subsahariana, è proprio all’ultimo piano del parcheggio di uno di questi che ogni domenica viene messo in scena il Rooftop Market: centinaia di bancarelle coprono ogni qualsivoglia desiderata in ambito “chincaglierie” e artigianato locale, dal più al meno turistico: statue e maschere di legno, avorio, calamite, spezie, monili, cibi etnici, stoffe, modernariato, dischi, pelli e ogni altra sorta di oggetto possiate aspettarvi da qualunque mercato africano.. SOLO PIù IN GRANDE! Il paradiso del souvenir e dell’acquisto d’impulso, può comunque rivelare ai compratori più attenti anche ottime occasioni, specie essendo il verbo “contrattare” regola aurea del luogo.

.
Bryanston Organic & Natural Market

Quando? Ogni giovedì e sabato dalle 9 alle 15 e durante tutti i giorni di festa

Indirizzo: 40 Culross Rd (off Main Rd), Bryanston, 21196

j4

Un po’ fuori città ma comunque a mezz’ora di auto (o Uber) il ryanston Organic & Natural Market è, per lo meno, diverso da tutti gli altri (vi sarete certo accorti) numerosi market artigianali e para-artigianali di Johannesburg: una sorta di mercato hippy e alternative in cui fricchetoni dal Gauteng e dal mondo offrono, a prezzi forse qui un po’ meno economici, food e merci rigorosamente artigianali. Splendida la location e la struttura del mercatino (che però segnalo essere all’aperto, quindi sinceratevi di visitarlo col sole) che vale la pena del breve viaggio “fuori città”. Anche qui musica dal vivo.

.

Art on main

Quando? sempre MA ogni domenica dalle 10 alle 16 Market On Main

Indirizzo: 264 Fox St, Johannesburg, 2094

jb9

L’ultimo ramo di Fox Street verso il centro cittadino è diventato negli ultimi anni il polo artistico e del design della contemporaneità di Jozi: studi d’arte, fotografia, design, litografia, moda sono qui sorti in gran numero regalando alla città un vero e proprio punto di ritrovo fisso per giovani, artisti e turisti. In zona lo splendido Bioscope, cinemino d’essai dove con pochi rand vi assicurerete una proiezione e una pizza. Ma è la Domenica il giorno in cui visitare Arts On Main: in quasto giorno il 264 diventa sede del Market On Main (il mio favorito fra quelli cittadini) dove food, design e arte si fondono per dar vita al più cool dei mercati cittadini. Nello splendido spazio principale, che è per l’appunto al 264, sotto il cortile alberato e incastrate fra gli studi degli artisti, decine di bancarelle offrono il meglio dell’artigianato di design locale e le ultime idee in campo moda e avanguardie. Vale poi la pena dedicare un occhio di riguardo all’ ottimo mercato gastronomico che proprio qui, nello spazio sottostante il main building, prende vita la domenica: una tappa obbligata per ogni tipologia di avventore.

.

Apartheid Museum

indirizzo: Northern Park Way and Gold Reef Rd, Johannesburg, 2001

orari: tutti i giorni dalle 9 alle 17

j6

Mi sono ripromesso di scrivervi una guida che segnalasse posti diversi da quelli tradizionali qui a Joburg, ma non segnalare l’ Apartheid Museum sarebbe un peccato non solo per la fetta di storia rappresentata da esso (fra le più importanti del Sudafrica e in generale della storia umana recente) ma anche per il piccolo gioiello architettonico che è la struttura del museo: almeno una visita è d’obbligo, riguardo a cosa vi troverete esposto non c’è certo bisogno che sia io a raccontarvelo.

Da segnalare il fatto che l’Apartheid Museum sorga a fianco del parco divertimenti di Gold Reef City, che le urla e le risate delle montagne russe ne musichino i cortili… scelta geografica infelice? Forse si, ma simbolicamente comunque specchio di un paese che dal dramma dell’ apartheid è uscito a testa alta, e che in faccia alla demente assurdità della segregazione umana, ormai, tanto vale farsi una risata.

.

SAB World of Beer

Indirizzo: 15 Helen Joseph St, Midrand, 2113

orari: tuti i giorni dalle 10 alle 17

j7

Non sono solito visitare i musei aziendali in genere, di ogni qual si voglia tipologia, così ero scettico riguardo a questa esperienza e mai avrei pensato di scriverne. Sbagliavo. Qui siamo innanzi a un capolavoro del cattivo gusto, popolato di diorami a grandezza naturali illustranti improbabili vicissitudini di altrettanto improbabili personaggi legati al mondo della birrificazione. Un’esperienza molto divertente da fare in gruppo che nel modico prezzo di 140 Rand (meno di 10 euro) include una sbronza assicurata, mascherata da “beer tasting”, tramite la “degustazione” (il rutto libero è caldeggiato) di 6 birre piccole e due pinte a scelta fra i nettari prodotti dalla SAB. SCONSIGLIO L’USO DI AUTOMOBILE: muovetevi con Taxi o Uber e abbiate pietà della vostra patente.

.

MOMO Art Gallery

Indirizzo: 52 7th Ave, Johannesburg, 2193

orari: dal Lunedì al Venerdì dalle 9 alle 18

Gallery MOMO in Parktown North, JHB, designed by Sarah Calburn

Gallery MOMO in Parktown North, JHB, designed by Sarah Calburn

Vale la pena citare, fra i vari musei d’arte della città, la MOMO art Gallery: Johannesburg, come molte città che hanno sofferto in un passato recente, è terreno fertile per l’arte contemporanea. Molte sono le piccole gallerie private che è possibile trovare per le strade cittadine (specie nella centrale zona di Maponeng, in Fox Street o nella 4th ave. di Parkhurst, ad esempio) e, d’altro canto, molti invece sono i “musei” cittadini e le fiere d’arte capaci di offrire solo visioni formatate e distanti dalle effettive avanguardie di valore che è qui possibile trovare. La MOMO è a parer mio sinonimo di qualità, dal 2002 (anno di fondazione) attenta alle avanguardie della contemporaneità in arte sempre con un occhio rivolto verso il mondo e uno verso Jozi. Visitatela e capirete.

.

44 Stanley

Indirizzo: 44 Stanley Ave, Johannesburg, 2092

orari:  Lun – Sab: 7:30 – 16:00 ; Dom: 7:30 – 15:00

j9

C’è chi potrebbe definirlo un “paradiso hipster”, ma, nonostante la definizione potrebbe esser molto vicina al vero, non è solo questo: UN MUST a parer mio, lo scheletro di un ex spazio industriale svuotato e riempito di una miriade di negozietti, piccoli ristoranti e interessanti botteghe di design capace di regalare ottimo cibo, ottima musica, ottimo shopping e ottimo svago nello stesso posto. Suggestivo, verde e ombroso è l’ideale posto in cui poter trascorrere un pomeriggio di relax urbano.

.

Katy’s Palace

Indirizzo: 6 Desmond Street, Kramerville

orari: il Giovedì sera e misteriosamente nel corso di altri giorni, ancora non l’ho capito ma vale la pena tenersi informati su eventuali aperture, nel caso cercate di interpretarne il sito http://katyspalacebar.co.za/

j11

Forse è il posto in assoluto più suggestivo in cui sia capitato da quando sono qui, il problema: nessuno mi pare ne conosca con chiarezza gli orari e sono riuscito ad andarci una volta sola. Un capannone al cui secondo piano è allestito uno splendido ed ottimo loft/ristorante con una vista mozzafiato. Occorre prenotare, pare…

 .

 

Divertimento Notturno

Quando chiedi agli abitanti del posto “dove posso andare a passare una serata divertente?” la risposta sarà SEMPRE e SOLO UNA e UNA SOLA: “dipende: le preferisci bianche o nere?”.

Insistendo un po’ invece (nel caso non siate interessati ad assecondare la mera libido) riuscirete facilmente a ottenere qualche informazione a proposito di locali, club e serate organizzate.

 j22

.

Katzy’s

Indirizzo: 1, The Firs,Hyatt Centre, Oxford Rd & Biermann Avenue, Rosebank, Johannesburg, 2196

Prezzo: 150 rand durante la settimana, 100 il Sabato

??? Musica dance dal vivo, clientela mista dai 20 in sù, abbigliamento curato. Ottimo per una serata di divertimento, ritmo e ballo.

..

Harem

Indirizzo: 160 Jan Smuts Ave, Johannesburg, 2196

Prezzo: 150 rand

??? RnB, ottima discoteca frequentata in prevalenza da clientela di colore che, contro ogni aspettativa, è molto poco propensa a ballare. Al piano superiore il Kong, NightClub gestito dallo stesso management.

.

Truth

Indirizzo: Pretoria Main Rd, Midrand, 1685

Prezzo: 75 rand c.a. variabile a seconda della serata

??? 2 sale, una house e una solitamente techno, clientela prevalentemente bianca e molto giovane a inizio serata, un po’ fuori mano ma molto divertente, abbigliamento casual.

.

4th avenue, Parkhurst

indirizzo: 4th avenue, Parkhurst, Randburg

??? via del divertimento molto piacevole costellata di ristoranti di buon livello, pub/gastro pub, gallerie d’arte e negozi di design. Il mercoledì sera serata studentesca.

 .

7th street, Mellville

indirizzo: 7th str, Melville, Johannesburg

??? come la 4th ave di Parkhurst ma meno “fighetta”, moltissimi ristoranti e pub di ottimo livello per trascorrere una piacevole serata.

.

VIP Room

indirizzo: Corner Maude and West Street, Sandton, 2196

Prezzo: 200 rand

??? discoteca molto chic situata nel mall di Piazza Mandela, abbigliamento elegante, clientela per lo più bianca dai 25 in su. Non aspettatevi il tempio del divertimento ma, dopotutto, dipende dalla serata. Ottimi cocktail. House/commerciale.

.

News Caffè

indirizzo: ce ne sono vari sparsi in giro per i quartieri della movida notturna

??? Forse la catena di locali preferita dagli abitanti del luogo, ottimo per il pre-serata offre cocktail i gran livello a prezzi abbordabili e in genere un’ ottima compagnia mista bianchi/neri spesso giovane (non giovanissima). Buona musica elettronica/commerciale.

.

Movida

indirizzo: Cnrner Witkoppen & Rivonia Road, Rivonia Crossing, 3 Achter Rd, Johannesburg

Prezzo: c.a. 150/200 rand

??? discoteca molto curata, clientela prevalentemente bianca e abbigliamento curato, House/elettronica/commerciale. Attenzione perchè dopo mezzanotte diventa molto frequentato, ai limiti delle difficoltà nel muovervisi all’interno.

.

BeerHouse

indirizzo: cnr Witkoppen, 1 Sunset Ave, Sandton, 2191

??? davanti al panorama sintetico di Montecasino, piacevole beerhouse e gastro pub in cui passare ottime serate circondati da giovani e in compagnia di ottima musica, buon cibo e birra superlativa. Riguardo a quest’ultima troverete qui l’offerta più variegata e completa con la possibilità di degustazioni e ottimi abbinamenti fra pietanze e birre suggeriti dal disponibile staff.

.

Jolly Roger

indirizzo: 10 4th Ave, Randburg, 2193

??? Fra le decine di ottimi locali di Parkhurst vale la pena menzionare questo, tempio del rugby e punto di ritrovo per sportivi e tifosi. Ottima selezione di alcolici a prezzi abbordabili e ovunque schermi con sport 24 ore al giorno per soddisfare tutte le tipologie di supporter e avventori. Clientela mista.

 .

Alternative…

.

j33

SOWETO: celeberrima Township ormai sicura e piacevole vale la pena di una visita. Molti sono i tour organizzati (basta googlare) e le mete di potenziale interesse (tra ci la casa di Nelson Mandela, varie gallerie d’arte, un ottimo teatro, le vecchie ciminiere di un complesso energetico in disuso ormai coperte di graffiti che vi offriranno u suggestivo scenario mozzafiato e la possibilità di dedicarvi al Bunjee Jumping in una location unica al mondo). Lasciate a casa i timori e visitate la South Western Township (per l’appunto SOWETO) per un tutto nella locale storia e cultura.

.

Est, Main Reef Road: è inutile negare che quella che troverete a Johannesburg sarà un’ Africa ricca, luccicante, metropolitana, lontana da quella del resto del continente nero… Solo facciata però, perchè la povertà c’è, è solo ben mascherata. Prendetevi un giorno e salite in auto, recatevi alla centralissima vecchia stazione ferroviaria e da lì imboccate la Main Reef Road e seguitela fino a perdervi: enormi distese di baraccopoli, popolate da milioni di persone nella più totale povertà. Un viaggio suggestivo attraverso l’ Africa purtroppo ancora tristemente vera e presente.

.

j55

Montecasino: tengo in ultimis Montecasino. Tra stucchi, plexiglas, marmi sintetici sorge la Las Vegas del Gauteng. Montecasino è il simulacro al più sfrenato cattivo gusto: ricostruito indoor all’interno di un colossale capannone (con tanto di cielo di plastica illuminato per simulare le fasi del giorno e della notte) la ricostruzione di un borgo Toscano fedele a tutta la gamma dei possibili stereotipi dell’Italia. Balconcini, fontane, facciate di teatri, stradini di ciottoli, fontane, vespe, viti, tavolini con tovaglie a schacchi banchi e rossi IL TUTTO RIGOROSAMENTE IN PLASTICA. Qui, un po’ nascosto, troverete un casinò di dimensioni mastodontiche. Un inno al brutto che vale la pena poter contemplare.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata