Testo di – DAVIDE LANDOLFI

aaaa

Mark you calendar, il prossimo 5 Novembre sarà aggiunta alla lista dei santi niente meno che “The legendary Miss Britney Spears”.

Il 5 Novembre verrà celebrato il primo Britney Day della storia a mo’ di ringraziamento nei confronti della popstar americana da parte della città di Las Vegas e del Planet Hollywood.

Come è noto ormai, la Spears ha iniziato la sua residenza nella Sin City lo scorso 27 Dicembre 2013 segnando così un altro dei suoi record personali: è infatti la prima cantante al di sotto dei 40 anni alla quale viene offerta una residency nel pieno della carriera e non al termine di una serie di grandi successi (vedi Cher, Cèline Dion, Shania Twain).

30 milioni di dollari per esibirsi esclusivamente al Planet Hollywood fino a fine 2015, ma vista la risposta positiva da parte dei fans, il tutto è stato esteso fino al 2017 per un contratto di ulteriori 12 milioni di dollari.

Ma non è tutto: pare, inoltre, che Britney si porti a casa 310000 dollari a show più un ringraziamento di 165000 dollari da parte del Planet Holywood che ha visto i propri profitti moltiplicarsi a vista d’occhio.

E’ stato calcolato che la presenza della popstar abbia fattp aumentare i guadagni, diretti e indiretti, arrivando quasi a 100 milioni di dollari, tanto che gli economisti di Wall Street parlano di Spears Effect.

Britney, infatti, ha contribuito a riempire le 2520 stanze del casinò registrando per quasi tutti i suoi show il sold out nonostante i 300 dollari circa del biglietto.

Las Vegas dunque ha trovato la sua gallina dalle uova d’oro ed è pronta ad incoronare la propria regina e nonostante l’ultimo disco della cantante, Britney Jean (2013) sia stato un sonoro buco nell’acqua (il primo grande flop in 15 anni), Britney non è intenzionata a deporre le armi (o la carriera, a detta delle malelingue) dimostrando ancora una volta di non aver perso il suo Midas touch.

E’ proprio il caso di dirlo: oops, she did it again.

 

rrr

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata