Testo di – CLAUDIA FRANGIAMORE

Foto di – VIRGINIA STAGNI e CLAUDIA FRANGIAMORE

1465158_10202412234975731_100783870_n

Milano, corso di Porta Ticinese 103. Sulla vetrina di fronte a noi, un triangolo isoscele nero con la punta rivolta verso il basso, contenente la scritta maison | gotō, sembra attrarre i passanti in maniera ipnotica all’interno del negozio. Note indie pop-rock accompagnano gli sguardi incuriositi dei clienti alla merce in esposizione.
Nel giro di pochi attimi provare i cappelli più bizzarri, sfiorare tessuti pregiati, giocare con bambole dalle teste giganti ai piedi degli espositori diventa esperienza unica per esplorare un nuovo mondo. Scoprire maison | gotō si trasforma in autentico piacere.

1391659_10202412225375491_1020437999_n
Originalità
ed esclusività: sono queste le due parole che si hanno in mente quando ci si reca qui. Non si tratta di un semplice negozio d’abbigliamento, è qualcosa di più complesso, più ambizioso, più elevato… è come aprire l’armadio di un artista, se questi potesse avere un negozio al posto di un guardaroba.

h

Come ci riferisce Paolo Severo, il proprietario di questa isola di stile, il nome maison | gotō evoca un viaggio ideale che parte dalla Francia e termina in Asia: maison, la parola francese convenzionalmente tradotta come “casa di moda”, si affianca a gotō, il cognome più popolare in Giappone.

Il progetto nasce dalla costante ricerca di designers emergenti e nuovi brand che soddisfino un particolare bisogno: fare in modo che ognuno possa esprimere la sua personalità attraverso gli abiti e gli accessori che indossa, sempre in modo nuovo e diverso.

La metafora del viaggio, da Oriente a Occidente, rappresenta un’ulteriore estensione di questo intento, ovvero un lavoro di ricerca nel corso degli anni di nuovi fashion designers (implementando così l’offerta già presente) che diano, con le loro creazioni, la possibilità ai giovani di sfoggiare look originali e variopinti nei quali identificarsi.

b

Anche per questo motivo maison | gotō possiede un assortimento in costante evoluzione, che rispecchia non solo un approccio decisamente creativo alla moda, ma anche la volontà di restare al passo con i tempi e con i gusti mutevoli e avanguardisti della clientela.
f
A supporto delle linee di abbigliamento stagionali, inoltre, vi sono capi in edizione limitata molto ricercati che impreziosiscono ulteriormente l’offerta, di per sé composita e sorprendente; capi sempre esclusivi e particolari, provenienti dalle collezioni di stilisti ampiamente conosciuti a livello internazionale, sebbene a questi si affianchino brand di nicchia, la cui fama tra i modaioli cresce ogni giorno di più. E così, accanto a marchi noti come c’n’c costume national, Karl Lagerfeld, Melissa, Yohii Yamamoto compaiono le originali creazioni di new designers come Chirivì, Ema Eviler, label2, Mamuut Denim, Minimal, Pentagramme e Relive, solo per citarne alcuni.

e

Lo stile degli abiti, sia per donna sia per uomo, è volutamente eccentrico e barocco, con forti richiami alla moda dei decenni passati e al mondo di fumetti e videogames, ma anche all’arte pittorica e ai temi religiosi: su felpe e t-shirt possiamo trovare le stampe di celebri dipinti, come La scuola di Atene, ma anche rappresentazioni cristiane, ad esempio l’Arcangelo Gabriele raffigurato su una delle magliette oversize.

581171_10202412227775551_1517443839_n

L’esperienza d’acquisto è magistralmente guarnita con un arredamento e un sottofondo musicale studiati ad hoc per conquistare gli occhi e le orecchie dei visitatori, i quali non possono che restare colpiti da come in essi si rifletta, ancora una volta, l’intento di lasciare che le nuove e variegate tendenze si esprimano con decisione, in ogni modo possibile.

g
Miniabiti ricamati, pantaloni a vita alta, maglioni e felpe giganti, ma non solo: da maison | gotō si trova di tutto, dalle bombette in feltro ai papillon alle pochette retrò… insomma, tutto ciò che serve per creare uno stile personalissimo, per soddisfare determinate esigenze di outfit, per sfoggiare un look particolareggiato e inimitabile.

541784_10202412230455618_1687746581_n

E se ciò che trovate al civico 103 di corso di Porta Ticinese non dovesse bastare, fare un salto al negozio di accessori al n°56 non costa nulla:
scarpe e borse di tutti i tipi, caratterizzate da colori sgargianti e fantasie stravaganti, sono esposte sugli scaffali del locale.

d
L’arredamento è anche qui studiato nei minimi particolari: su un mobile vicino all’ingresso si trovano dei palchetti di legno concepiti come teatrini per le marionette, completi di tendaggi laterali, dai quali fanno capolino alcune paia di scarpe.

a

969176_10202412220895379_309655430_n

Il tutto contribuisce a rendere l’atmosfera fiabesca e sognante, come vorremmo fosse lo shopping in una città che talvolta, per pigrizia di esplorare ed esplorarsi, diventa monotona e malinconica.

c

La grande sfida di maison | gotō è, in definitiva, riuscire a entrare con garbo e gusto nell’armadio delle persone perché si esprimano al meglio, in tutta la loro splendida unicità.

Apertura: tutti i giorni dalle 11 alle 24

1 risposta

  1. Lauretta

    Peccato che non paghi i dipendenti…gli faremo tutti causa a questo bel furbetto che però gira col suo Mercedes nero in Ticinese.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata