Testo di – GIACOMO SAMSA

MILANO – da novembre 2014 – febbraio/marzo 2015

 

Il secondo appuntamento per una panoramica completa e aggiornata del programma di mostre in corso a Milano: informazioni, recensioni e suggerimenti per un inverno culturale alla scoperta delle iniziative artistiche della città, dalle più grandi e pubblicizzate mostre alle raccolte delle gallerie private, passando dalle le icone del design e della produzione industriale, all’arte concettuale e alle installazioni, dalla scultura alla fotografia, dai grandi maestri agli artisti emergenti.

Un viaggio nel cuore vivo di Milano, tutto da (ri)scoprire.

 

 

AFRICA. BIG CHANCE.

africa

La mostra alla Triennale di Milano indaga il fenomeno sociale ed     economico della globalizzazione e della concentrazione urbana in una “prospettiva             africana”, rintracciando i modi e l’estetica delle soluzioni architettoniche adottate         dall’indipendenza ad oggi. Alla Triennale, viale Alemagna 6.

Fino al 28 dicembre. Ingresso 8 €, ridotto 6,50 €.

 

METAPHISYCAL.

metaphysical

Mostra di opere di otto diversi artisti che hanno fatto della spiritualità e della        dimensione emotiva il tratto essenziale della loro opera, in un percorso che suggerisce il          superamento della quotidianità materiale.

Galleria Mimmo Scognamiglio Arte Contemporanea, via Ventura 6.

Fino al 30 dicembre. Ingresso libero.

 

LA COLLEZIONE ANTONIO SOZZANI.

La raccolta comprende oltre 100 disegni di artisti rinascimentali (Guercino, Carracci, Bernini tra gli altri), dell’Ottocento Francese (David,            Ingres, Corot, Delacroix, Gericault, Van Gogh, Renoir, Degas …) e infine di artisti del             Novecento (Fontana, Scialoja, Cocteau, Sutherland).

Al Museo Diocesano, C.so di Porta Ticinese 95. Fino al 31 dicembre. Ingresso intero 8 €, ridotto 5 €

 

IN HOC SIGNO.

La mostra collettiva si sviluppa come un percorso riflessivo che declina il tema  del sacro attraverso il lavoro e le opere da artisti contemporanei di diverse generazioni, indagando l’accezione della sacralità riferita alla dimensione umana.

A Lodi. Spazio Bipielle Arte, via Polenghi Lombardo. Dal 15 novembre al 6 gennaio.

 

SUSANNE LACY.

susanne lacy

Monografica sull’artista di Los Angeles, che fin dagli anni ’70 ha unito ricerca      artistica ed impegno sociale.

Museo Pecci, Ripa di Porta Ticinese 113. Dal 13 novembre al 6 gennaio.

 

ALFABETO DELLA CITTA’ METROPOLITANA.

alfabeto

Un percorso di immagini per delineare l’idea      di Milano come città contemporanea, tra spunti e visioni suggestive.                                      Alla Fondazione Stelline, Corso Magenta 61. Fino al 6 gennaio 2015.

 

TATSUO MIYAJIMA.

Uno dei massimi esponenti della scultura contemporanea del Giappone è  rappresentato alla Galleria Lisson con un nucleo di opere caratterizzate dall’uso sperimentale della tecnologia nelle installazioni interattiva e nella costruzione scultorea.

Alla Galleria Lisson, via Zenale 3. Fino al 10 gennaio.

 

LUZZATI. L’ARTE IN GIOCO.

luzzati

Percorso affascinante attraverso l’opera poliedrica di Emanuele         Luzzati (1922 – 2007) artista, illustratore e scenografo, grandissimo interprete di una cultura di immagini ironica e fantastica, dal segno leggero.

Alla galleria Il Vicolo, via Maroncelli 2. Dal 20 novembre al 10 gennaio.

 

LUCIO DEL PEZZO.

del pezzo

Una rassegna di opere degli anni ’60 e ’70 che sia articola, con una serie di        lavori complementari, attorno alla scultura Sagittarius, da cui emerge la cifra stilistica    dell’artista, in equilibrio tra componente lu

 

BOHNCHANG KOO.

bohnchang koo

La galleria Carla Sozzani dedica i suoi spazi al maestro sudcoreano della  fotografia, che ha sviluppato un’estetica fotografica incentrata sul valore della luce, sul tema della memoria collettiva che circonda gli oggetti.

Presso la Galleria Carla Sozzani, corso Como 10. Fino all’ 11 gennaio. Ingresso libero.

 

VINCENZO AGNETTI.

agnetti

Un importante nucleo di opere provenienti da musei e collezioni  testimonia il linguaggio artistico di Agnetti, tendente alla de materializzazione dell’arte e  fondato sul valore concettuale della parola scritta.

Presso la Galleria Matteo Lampertico, via Montebello 30. Fino al 15 gennaio.

 

MARVIN GAYE CHETWYND.

chatwyind marvin

Le opere dell’artista raccontano una realtà oscura e affascinante,       popolata di immagini inattese, animali mostruosi, come un “carnevale o un bestiario”.             L’artista inglese opera performance surreali, in cui le leggi usuali (anche quelle dell’arte)            scompaiono o sono sovvertite.

Alla Galleria Massimo De Carlo, via Ventura 5. Fino al 17 gennaio. Ingresso libero.

 

ROEE ROSEN.

La seconda personale italiana dell’artista, ospitata alla Galleria Riccardo Crespi, propone un linguaggio artistico multiforme, in cui mezzi e tecniche sono articolato per raggiungere un fine di denuncia politica.

Galleria Riccardo Crespi, via Mellerio 1. Fino al 17 gennaio 2015. Ingresso libero.

 

GIOVANNI BOLDINI.

Boldini

La Galleria di Arte Moderna (GAM) dedica una grande mostra ad uno dei    protagonisti assoluti della pittura italiana del XIX secolo: alla scoperta di uno dei maestri nel raccontare in pittura il gusto moderno della (sua) contemporaneità.

Alla GAM, via Palestro 16. Fino al 18 gennaio. Ingresso 6 €.

 

GIOVANNI SEGANTINI. RITORNO A MILANO.

segantini

Capolavori monumentali (in tutto 100 opere)      tra cui i grandiosi paesaggi alpini delineano la figura dell’artista (1858 – 1899),     privilegiando il suo rapporto con la città di Milano.

A Palazzo Reale. Fino al 18 gennaio. Biglietto intero 11,50 €.

 

CUBAN CONTEMPORARY PERSPECTIVES #1.

cuban

La prima di un ciclo di quattro mostre traccia       l’inizio di un viaggio alla scoperta dell’arte contemporanea di Cuba, con la mostra di tre           artisti: Eduardo Ponjuán, Lázaro Saavedra e Tonel. Una dimensione intima ed espressiva si fonde con la costruzione di un immaginario fantastico e al contesto sociale.

Alla Galleria Bianconi, via Lecco 20. Fino al 18 gennaio. Ingresso libero.

 

CLAUDIO COSTA – GUIDO NOSARI.

costa nosari

Una dimensione arcaica accomuna le opere di Costa             (1942 – 1995) e Nosari (1984 – ), nel percorso di mostra con cui la galleria Maria Cilena accosta artisti della ricerca artistica del Novecento a giovani emergenti.

Via Farini 6. Fino al 20 gennaio. Ingresso libero.

 

ANDRE’ MASSON.

masson

Una selezione di lavori compresi tra gli anni ’20 e gli anni ’60 del maestro del      Surrealismo, nel segno di “una poetica impegnata che libera la forma e che porta le libere associazioni del sogno nella drammaticità del reale”.

Galleria Arte 92, via Moneta 1. Fino al 24 gennaio. Ingresso libero.

 

RODOLFO ARICO’.

aricò

Una selezione di opere dell’artista dagli anni Sessanta all’inizio degli anni Novanta alla galleria Arte Invernizzi.

Via Scarlatti 12. Dal 13 novembre al 28 gennaio.

 

NOVECENTO 70.

Novecento 70

Grande mostra collettiva che unisce ai lavori di giovani emergenti le opere di         grandi maestri dell’arte contemporanea del Novecento, da Balla a Manzoni, passando per Fontana e Baj e per le fotografie di De Biasi e Laugè.

Presso la Galleria 70, corso Porta Nuova 38. Fino al 31 gennaio.

 

K.K. KUSTOM KULTURE.

La mostra raggruppa le opere di sei artisti californiani che mostrano i       risultati espressivi e artistici della sottocultura underground della “customizzazione”, cioè della personalizzazione dei prodotti commerciali e industriali.  Un’indagine nei segni tangibili della società contemporanea del consumo.

Alla galleria Antonio Colombo. Dal 20 novembre al 31 gennaio.

 

Alla prossima puntata!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata