Testo di – GIACOMO SAMSA

Una panoramica completa e aggiornata del programma di mostre in corso a Milano: informazioni,  recensioni e suggerimenti per un inverno culturale alla scoperta delle iniziative artistiche della città; dalle più grandi  e pubblicizzate mostre alle raccolte delle gallerie private, passando dalle  icone del design e della produzione industriale, all’arte concettuale e alle installazioni, dalla scultura alla fotografia, dai grandi maestri agli artisti emergenti, dall’arte rinascimentale a quella contemporanea. Un viaggio nel cuore vivo di Milano, tutto da (ri)scoprire.

VAN GOGH. L’UOMO E LA TERRA.

La mostra (a sessant’anni di distanza dall’ultima) si conferma essere uno degli appuntamenti più importanti della stagione artistica milanese, con cinquanta opere provenienti per lo più da Otterlö e da altri musei internazionali. Tra i molti capolavori esposti “Paesaggio con covoni di grano” e “Autoritratto”.

A Palazzo Reale. Fino all’ 8 marzo. Biglietto intero 12 €, ridotto speciale 6 €.

KLEIN FONTANA. MILANO – PARIGI, 1957 – 1962.

.

klein-fontana006_600-458_resize

La mostra racconta, mettendone in luce l’amicizia e le affinità di pensiero, due straordinarie figure di artista, che più di ogni altro hanno influenzato il panorama culturale degli anni ’50 e ’60. L’indagine dello spazio e del concetto artistico come piena libertà creativa si fondono in una forte sintonia espressiva e in un risultato di forte suggestione. (qui l’articolo relativo alla mostra)

Al Museo del Novecento. Fino al 15 marzo 2015. Biglietto intero 10 €, ridotto speciale 5 €.

FOTOGRAFIE DAI GRANDI SPAZI.

bonatti

.

I grandiosi scatti del fotografo – esploratore Walter Bonatti compongono un affascinante percorso ricco di rimandi tra l’uomo e la natura, dove il viaggio diventa dimensione tanto artistica quanto esistenziale.

A Palazzo della Ragione (piazza Mercanti 1). Fino all’ 8 marzo. Ingresso 10 €.

BRAMANTE A MILANO. Le arti in Lombardia 1477 – 1499

.

bramante

 .

La Pinacoteca di Brera rende omaggio, nel cinquecentesimo anno dalla morte, a Donato Bramante, architetto, pittore e teorico della prospettiva perfetta, ricostruendone il lungo soggiorno in Lombardia e il fondamentale influsso che esercitò sugli artisti lombardi successivi. Tra le opere più celebri esposte “Eraclito e Democrito”.

Via Brera 28, ingresso intero 10 €, ridotto 7€. Fino al 22 marzo, lunedì chiuso.

ROBERT CAPA IN ITALIA

.

capa in italia

 .

Allo Spazio Oberdan la mostra dedicata al grande fotoreporter e in particolare al suo lavoro in Italia nel biennio 1943 – 1944. La fotografia come strumento (espressivo) per avvicinarsi al mondo e per conoscere da vicino i drammi degli uomini.

Allo Spazio Oberdan, viale Vittorio Veneto 2. Fino al 26 aprile, ingresso intero 8 €, ridotto 6,50 €

ROBERTO CRIPPA

.

crippa

 .

Il maestro (firmatario con Fontana del Manifesto dello Spazialismo) è raccontato in questa monografica, consapevole dell’impegno pionieristico e sperimentale di Crippa: nelle sale dell’Associazione Culturale Cortina ne è ricostruito il percorso artistico, dai lavori geometrici al “segno”, fino alle opere materiche.

Dal 24 febbraio al 21 marzo (chiuso domenica e lunedì mattina).

Via Mac Mahon 14/7, ingresso libero.

NOSTRUM – CHRISTIAN FLORES

.

christian flores

 .

L’artista peruviano presenta alla Casa delle Culture una raccolta di opere che delineano il tema dell’appartenenza e dell’identità, alla ricerca di un equilibrio (espressivo e esistenziale) tra civiltà, contesti e dimensioni diverse. La migrazione come impulso alla creazione artistica, tra indagine socio-culturale e intima introspezione.

Alla Casa delle Culture del Mondo, via Natta 11. Dal 25 febbraio al 26 marzo, ingresso libero.

NO SOAP RADIO

.

no soap radio

Prima mostra “ufficiale” della giovane artista sudafricana Catharine Ahearn, il cui lavoro è incentrato sulla ricomposizione e reinterpretazione di oggetti quotidiani utilizzati per creare, in maniera inedita ed evocativa, situazioni incongrue. Lo spazio della galleria è “occupato” da opere site specific che ne modificano la destinazione e ridefiniscono il rapporto tra spazio e visitatore.

Alla galleria Peep-Hole, via Stilicone 10. Fino al 28 marzo, ingresso libero.

ARCANGELO

.

arcangelo

Le Officine Saffi accolgono la personale dell’artista (Avellino, 1956), riunendo dodici ceramiche inedite, in cui simbologie e motivi ancestrali ispirati alle culture preromane dialogano, inscritti nella materia, con temi poetici e metafisici. L’arte come biografia della terra e dell’uomo.

Fino al 28 marzo. Via Saffi 7, ingresso libero.

ARTE LOMBARDA DAI VISCONTI AGLI SFORZA

.

sofrza milano

 .

Le sale di Palazzo Reale ospiteranno un’ampia selezione di dipinti, documenti storici e preziosi codici miniati risalenti al periodo d’oro delle due dinastie che dominarono Milano, favorendo lo sviluppo delle arti e delle attività artigianali. La mostra prepara quindi il terreno espositivo alle due successive esposizioni, su Leonardo (15 aprile – 19 luglio) e Giotto (2 settembre – 10 gennaio).

A Palazzo Reale, dal 12 marzo al 28 giugno.

MEDARDO ROSSO. LA LUCE E LA MATERIA

.

medardo

 .

Terminata la mostra su Giacometti, la Galleria di Arte Moderna (GAM) dedica al massimo maestro italiano dell’impressionismo in scultura un’importante retrospettiva che ne ripercorre la ricerca artistica fortemente sperimentale, che si è espressa in materiali fragili e deperibili (cera, gesso). La scultura come istantaneità dei momenti quotidiani, l’arte come immagine della transitorietà. Galleria di Arte Moderna, via Palestro 16. Fino al 30 marzo. Ingresso 12 €, ridotto gruppi 10 €.

CELINE CONDORELLI. BAU BAU

.

celine condorelli

L’Hangar Bicocca apre le porte alla mostra monografica dell’artista e architetto francese, curatrice e docente, Celine Condorelli. La trasformazione dello spazio e la  sua polivalenza sono la cifra preminente della sua ricerca artistica, condotta attraverso quell’insieme molteplice di oggetti, elementi culturali o economici, rapporti sociali o professionali che costituiscono la rete di relazioni dell’individuo con il mondo contemporaneo.

Via Chiese 2, fino al 10 maggio. Ingresso libero.

ITALIA INSIDE OUT

.

italia inside out

La mostra ospitata nelle sale di Palazzo della Ragione si concentra sul rapporto tra i fotografi e il Bel Paese (tra marzo e giugno artisti italiani), raccogliendo le immagini e gli scatti di quei fotografi che, con sensibilità a approcci differenti, hanno fatto del legame con l’Italia il tratto distintivo della loro opera.

Piazza dei Mercanti, dal 1 marzo al 30 settembre. Ingresso 10 €, ridotto 8,50 €.

YES, WE ARE OPEN

.

giò marconi

 .

La Galleria Giò Marconi cambia sede e la inaugura nel migliore dei modi: una collettiva che riunisce i nomi di 27 artisti, di cui 24 stranieri; tra questi Natalie Djurberg, il tedesco Tobias Rehberger (vincitore Leone d’oro a Venezia 2009) e il graphic designer Günther Förg.

Via Tadino 20. Dal 19 febbraio al 18 aprile, ingresso libero.

DA BRERA ALLE PIRAMIDI

.

brera piramidi

 .

Alla Biblioteca Braidense la mostra che racconta l’attrazione e il fascino che l’Egitto esercitò sulla cultura italiana. Dalle meravigliose stampe di Manuzio della fine del XV sec., agli “iconismi” di Kircher che ispirarono i surrealisti, fino ai libri di viaggio ottocenteschi e alle riviste popolari di inizio Novecento. Da collezioni private proviene inoltre oggettistica originale, che ripercorre la nascita di quella grande fascinazione che fu l’egittomania.

Dal 20 febbraio al 11 aprile (domenica chiuso). Via Brera 28, ingresso libero.

FRANCOIS MORELLET

.

morellet

 .

La galleria Arte Invernizzi ospita le opere recenti del grande artista minimalista francese Francois Morellet (nato nel 1926), appartenenti a due serie che sperimentano l’uso di differenti schemi geometrici per generare l’ effetto illusionistico della presenza della terza dimensione.

Via Scarlatti, 12. Fino al 23 aprile, ingresso libero.

CYAN LIGHT AND ABSTRACT

.

cyan light and abstract

 .

L’ironia è la cifra espressiva fondamentale che permette a McDermott &McGough, duo artistico americano, di intraprendere un “viaggio nella memoria”, in cui scatti fotografici recenti sono retrodatati grazie alla particolare tecnica della cianotipia, che ha lo scopo di generare un ‘effetto di estraniante sfasatura temporale. Un’ indagine sullo scorrere del tempo e del rapporto tra questo e la fotografia.

Alla galleria M77, via Mecenate 77. Fino al 15 maggio, ingresso libero.

ALI KAZMA

.

ali kazma a Biennale 55 Venezia

 .

L’artista,  (rappresentante della Turchia alla 55 Biennale di Venezia) porta a Milano le sue installazioni video di sperimentazione registica, in cui l’indagine sul linguaggio visivo si appoggia alla simbiosi con i luoghi e al tema della memoria ad essi legata.

Alla galleria Francesca Minini, via Massimiano 25. Fino al 10 aprile, ingresso libero.

FOOD

.

Food

 .

La mostra, il cui titolo esteso è “Food. La scienza dai semi al piatto” anticipa il tema di Expo da una prospettiva scientifica, mostrando da vicino (spesso al microscopio) la realtà, molto più complessa e inattesa, del nostro cibo quotidiano. Un interessante zoom, con forme vagamente aliene, su quel che mangiamo.

Al Museo di Storia Naturale, Corso Venezia 55.

Fino al 28 giugno 2015, chiuso lunedì pomeriggio e giovedì. Ingresso 12 €, ridotto 10 €.

VANESSA WINSHIP

.

winship

 .

Gli scatti della famosa fotografa (la prima donna a vincere il premio Cartier – Bresson) sono esposti alla fondazione delle Stelline, ripercorrendone il percorso dalla prima serie nei Balcani (anni ’90) fino agli ultimi lavori. In collaborazione con la Fundaciòn Mapfre di Madrid, un “viaggio nelle periferie del mondo”.

Alla Fondazione Stelline, corso Magenta 61.

Fino al 22 marzo, ingresso 6 €, ridotto 4,50 €.

CHARIVARI – JOHN ARMLEDER

.

charivari

 .

L’artista svizzero (Ginevra, 1948) presenta i suoi lavori inediti in una grande mostra personale, che assume la forma di un “universo scintillante costellato di opere multiformi”, sempre in equilibrio tra arte e design, astrazione e figurazione. Esposte opere appartenenti alle serie più famose dell’ artista, quali i Furniture Paintings e i Pour Paintings. Alla galleria Massimo De Carlo, via Ventura 5. Fino al 28 marzo 2015, ingresso libero.

MITI E ICONE AMERICANE IN STILE POP

.

kaufman

 .

In mostra presso la galleria Barbara Frigerio le opere pop del pittore americano Steve Kaufman: allievo e assistente di Warhol ritrae con entusiasmo creativo i simboli dell’America, i suoi personaggi e il suo mito, sviluppando una riflessione artistica sulla fama e sullo spettacolo come elementi propri del nostro tempo.

Via dell’Orso 12, fino al 15 marzo. Ingresso libero.

EXPONENDO

.

EXPONENDO_ITA_V2_1280

 .

Il Museo della Scienza e della Tecnica presenta una mostra che intende tracciare lo sviluppo delle esposizioni universali fino ad oggi, con una prospettiva tecnologica. Punto focale l’esposizione a Milano del 1906, come anche numerose sono le anticipazioni su Expo 2015.

Al Museo della Scienza e della Tecnica, via San Vittore 21. Fino al 30 aprile, ingresso 10/7 €.

LA MAGIA DELL’ANELLO

.

spazio wow anello

 .

La saga completa del Signore degli Anelli in mostra nelle sale di Wow è raccontata attraverso un percorso espositivo che riunisce edizioni rare, copie autografate, materiale cinematografico e set interamente ricostruiti con i mattoncini lego.

Spazio Wow – Museo del Fumetto, viale Campania 12. Fino al 22 marzo, ingresso 5 €.

ANTONIO CALDERARA

.

Antonio-Calderara-Milano-il-Naviglio-1928

 .

Le opere dell’artista, provenienti dall’ omonima fondazione, sono esposte presso l’Università Bocconi. La figura dell’artista è profondamente legata alla città di Milano, e la mostra ne ripercorre l’evoluzione dagli inizi figurativi negli anni ‘30 fino agli esiti astratti degli anni ’70.

Via Sarfatti 25, fino al 29 aprile. Ingresso libero.

PAO. BLACK HOLE FUN

.

pao. black hole fun

 .

La galleria Artea presenta la personale di PAO (Paolo Bordino) con più di venti opere tra dipinti e sculture realizzati nel corso degli ultimi due anni. La mostra realizza così un mix pop che fonde arte, design e creatività e che ha come risultato una riflessione profonda e ironica sulle distorsioni della nostra contemporaneità.

Alla Galleria Artea, Corso Buenos Aires 52. Fino al 30 marzo, da martedì a sabato.

ARTHUR ELGORT: THE BIG PICTURE

.

elgort

 .

Alla Galleria Carla Sozzani l’intera opera del grande fotografo, inventore della tecnica rivoluzionaria degli snapshots nell’ambito della fotografia di moda. Uno stile spontaneo accompagna le pose di quelle che di lì a poco sarebbero diventate famose supermodelle (Naomi Campbell, Kate Moss).

Corso Como 10. Fino al 6 aprile, ingresso libero.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata