Testo di – GIACOMO SAMSA

 

A partire da questo mese – l’ultimo nel segno di Expo – si apre per Milano un autunno nuovo ed ricco di proposte, per tutte le tasche e le sensibilità culturali: dalle icone del consumismo in mostra al Mudec agli assoluti capolavori pittorici provenienti dal Museo di Belle Arti di Budapest, passando per il nostrano e fondamentale Giotto e per le visioni straordinarie di Gaugin, Milano mette in mostra il suo lato migliore.

Pronti ad approfittarne?

Se volete saperne di più delle mostre iniziate lo scorso mese, qui potete trovare la scorsa “puntata”:

Milano, città ad ingresso libero: settembre 2015

 

DA RAFFAELLO A SCHIELE.

Palazzo Reale apre le porte alle straordinarie collezioni provenienti dal Museo di Belle Arti di Budapest, inaugurando in grande la sua nuova linea espositiva: la realizzazione di grandi mostre con opere delle più importanti collezioni estere, spesso misconosciute o di difficile accesso. Da Tintoretto a Goya, da Velasquez a Gauguin, da Rubens a Canaletto, un’occasione irripetibile di viaggiare nello spazio e nel tempo, immergendosi nei capolavori di cinque grandiosi secoli.

A Palazzo Reale, dal 17 settembre al 7 febbraio. Ingresso intero 12 €, ridotto 10 €.

.

da raffaello a schiele

.

BARBIE – THE ICON

Indagare gli aspetti sociologici e antropologici di un prodotto-icona della contemporaneità: questo è l’obiettivo della mostra inaugurata al MUDEC di Via Tortona, che verte interamente attorno alla figura della Barbie, simbolo culturale di consumo popolare, attraverso oggetti, immagini e video che ne raccontano l’epopea.

Al Museo delle Culture, via Tortona 56. Dal 28 ottobre al 13 marzo.

Ingresso intero 10 €, ridotto 8 €.

.

barbie mudec

.

GAUGUIN. RACCONTI DAL PARADISO

Un’importante personale, ricca di settanta opere, racconta la figura assoluta di Paul Gauguin e la sua creatività versatile: dai lavori realizzati in Francia fino al periodo straordinario dei viaggi alla scoperta dei popoli “altri”. Un universo personale di colore e sensibilità.

Al Museo delle Culture, via Tortona 56. Dal 28 ottobre al 21 febbraio.

Ingresso intero 12 €, ridotto 10 €.

.

gauguin Mudec

.

GIOTTO, L’ ITALIA
La grande mostra su Giotto conclude il programma di Palazzo Reale in occasione del semestre di Expo. Un nucleo scelto di 13 capolavori su tavola, mai esposti prima a Milano, ripercorre il tragitto compiuto da Giotto attraverso l’Italia del suo tempo, in circa quarant’anni di straordinaria attività. Ricostruzione di una geografia artistica, un percorso diretto alle radici profonde dell’arte italiana.

Palazzo Reale, dal 2 settembre al 10 gennaio. Ingresso intero 12 €, ridotto 10 €.

.

giotto-620x427

.

MARC CHAGALL

In mostra all’Arengario di Monza tre fondamentali cicli di incisioni del grande artista russo: Anime morte, Bibbia e Favole, a costituire una riflessione unica sull’uomo, sulla bellezza naturale e sull’elemento spirituale che anima entrambi.

All’Arengario di Monza, piazza Roma. Dal 4 settembre al 6 gennaio.

Ingresso mostra e Musei Civici 6 €, ridotto 4 €.

.

chagall arengario

.

SUPER SUPERSTUDIO

Il Padiglione di Arte Contemporanea si apre ai grandi maestri dell’architettura contemporanea del collettivo di architetti Superstudio (1968 – 1978) che ha messo in discussione la separazione tra arte e architettura. L’allestimento ricostruisce i progetti più importanti, riunendo i pezzi di design di maggiore impatto iconico. Al Padiglione di Arte Contemporanea, via Palestro 14.

Dall’11 ottobre al 6 gennaio. Ingresso intero 8 €, ridotto 6,50 €.

.

super superstudio PAC

.

EDWARD BURTYNSKY. ACQUA SHOCK

Palazzo della Ragione, maggiore spazio espositivo milanese per la fotografia, accoglie l’intenso progetto del fotografo canadese: interamente dedicato all’acqua, alla sua presenza multiforme in natura e al suo sfruttamento da parte dell’uomo, è una riflessione per immagini sulla natura e sul mito contemporaneo del progresso umano senza fine.

A Palazzo della Ragione, Piazza  Mercanti. Dal 2 settembre al 1 novembre, ingresso 10 €.

.

burtynsky-palazzo-della-ragione-2015-620x391

 .

TONY LEWIS

Le opere del giovane artista americano (Los Angeles 1986 – ) approdano a Milano alla Galleria Massimo De Carlo: i differenti cicli pittorici e grafici hanno in comune l’intento di indagare la parola, in sospeso tra senso e non-senso, significato e significante. Via Ventura 5, dal 17 settembre al 7 novembre. Ingresso libero.

.

tony lewis

.

PHILIPPE PARRENO. HYPOTHESIS

La prima personale in Italia dell’artista francese è concepita come “uno spazio coreografico” che supera il concetto usuale di mostra per abbracciare una forma più completa e ibrida attraverso l’inserimento all’interno del percorso espositivo di azioni tipicamente associate alle arti performative.

All’Hangar Bicocca, via Chiese 2. Dal 22 ottobre al 14 febbraio.

.

philippe parreno

.

DAMIAN ORTEGA

L’Hangar Bicocca offre i suoi spazi dello Shed alla prima personale dell’artista nato a Città del Messico. Opere realizzate con materiali semplici mettono i luce la profonda riflessione sulla trasformazione entropica della materia e sulla decostruzione della forma, sfidando le leggi della gravità con lavori sospesi e in equilibrio.

All’Hangar Bicocca, via Chiese 2. Fino all’ 8 novembre (lun/mer chiuso), ingresso libero.

 .

ortega-hangar-bicocca-620x413

.

BRUNO MUNARI

Una personale pittorica che svela al pubblico la figura poliedrica di uno dei massimi artisti e designer italiani. Due sono i fili conduttori: l’incessante ricerca e il metodo progettuale applicato alla creazione artistica.

Alla Galleria Giovanni Bonelli, via Porro Lambertenghi 6.

Dal 24 settembre al 24 ottobre. Ingresso libero.

.

Bruno Munari

.

LA LINEA DEI SENTIMENTI. FRANCESCA SALICE

Ventuno lavori della fotografa Francesca Salice sono esposti alla Galleria Still: scatti provenienti da tutti gli angoli del mondo compongono un panorama umano affascinante e vario, ma sempre all’insegna dell’armonia, dell’empatia e della spontaneità.

Via Balilla 36, dal 25 settembre al 22 ottobre. Ingresso libero.

.

la linea dei sentimenti. francesca salice

.

CAMBIA_MENTI

Il tema della diversità e dell’inclusione è al centro del percorso espositivo ospitato nelle sale del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo, indagato in quattro lavori di altrettanti fotografi italiani del collettivo Cesura.

Via Frova 19, Cinisello Balsamo. Dal 19 settembre al 31 gennaio. Ingresso libero.

.

cambia menti

.

GERRY MULLIGAN. IL RITMO DELL’IMMAGINE

Per la prima volta in Italia i lavori su carta realizzati da Gerry Mulligan, più noto forse come musicista e sassofonista. La musica diventa nei suoi disegni materia pittorica: nervosa, in movimento e ricca di sfumature.

Alla Galleria Milano, via Manin 13. Fino al 16 novembre, ingresso libero.

.

jerry mulligan

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata