Testo di – SVEVA SCARAVONATI

.

Sabato si è tenuta la terza serata di Social Music City presso lo spazio Market Sound con una line up che non poteva non riempire la grande tensostruttura di Via Lombroso.

Ricardo Villalobos è uno di quei nomi che dagli anni 90 hanno segnato la storia della musica nel panorama elettronico e nonostante questo non è visto come una pura pietra miliare fissa in un tempo passato ma regala emozioni sonore in continua espansione, infatti i pezzi che crea pare si possano sentire non oltre l’anno (questa la “data di scadenza” fissata dallo stesso Ricardo per le sue produzioni, che dopo 365 giorni dalla creazione non vengono più suonate live, abdicando alle nuove).

Uno dei massimi espressionisti della musica techno minimal strega dalla consolle migliaia di spettatori che nel corso del pomeriggio si sono preparati ai suoi suoni onirici tramite un percorso musicale di tutto rispetto, partendo con il set di Stefano di Miceli, resident presso la discoteca Amnesia di Milano, cultore del vinile che per tre ore ha formato il pubblico a suon di house minimal e tech. Un set fortunatamente non molto commerciale ma denso di emozioni sonore.

A seguire, circa a metà della serata parte il set del dj cileno b2b Sonja Moonear, dj belga che è stata resident del famoso Weetmix di Ginevra; molto spesso capita di vederli insieme alla consolle data la loro predisposizione ai suoni caldi e all’adattamento dei vinili alla richiesta del pubblico, punto di riferimento per l’apprezzamento generale di un evento massivo come Social Music City.
Tre ore non stop ad occhi chiusi verso un viaggio lungo una vita, guidata dalle tracce azzeccate provenienti da un universo variegato ma piacevole all’udito e soprattutto al cuore.

E per concludere Janina, entusiasta dj berlinese nonché portavoce della cultura underground e resident presso Club der Visionäre, che non ferma una folla affamata di buona musica, di evasione e sogno, che ottiene ciò che desidera.

14329365_10208714930244426_217792267_o

Un pomeriggio prolungato interessante, inserito in un ciclo di appuntamenti sapientemente organizzati dalle principali discoteche milanesi tra cui Dude Club, Intellighenzia Electronica e Loud & Contact fino a fine settembre per potersi sentire ancora psicologicamente in estate.

Prossimi appuntamenti immancabili per il popolo della techno sono Joseph Capriati sabato 17 con un extended set e il closing party la settimana successiva con Chris Liebing, Marco Faraone e Aequal.

Stesso posto, stesse emozioni dilatate: Social Music City allo spazio Market Sound.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata