Testo di – CLAUDIA FRANGIAMORE

Foto di – PIERLUIGI SPERA

 

DSC_0027

 

Per il secondo anno consecutivo, il marchio per eccellenza della musica dance Sensation ha compiuto il suo approdo in Italia, questa volta con il tema Into the Wild. L’evento, atteso con ansia e curiosità da migliaia di persone, ha finalmente avuto luogo lo scorso 25 aprile a Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, presso la celebre ed imponente struttura dell’Unipol Arena. Dodicimila circa le persone che ne hanno varcato la soglia e che hanno potuto assistere ad uno spettacolo senza eguali sia in Italia che nel mondo.

Difficile, infatti, riuscire ad imitare i connotati con cui Sensation si è conquistato la venerazione del pubblico. Nato agli albori del 2000 nella mastodontica Amsterdam Arena (lo stadio di punta della capitale olandese), l’evento ha nel corso degli anni riscosso un successo di proporzioni enormi, arrivando ad espandersi anche al di fuori dell’Europa, nelle maggiori città del mondo, con la stessa spettacolarità che sempre lo contraddistingue.

Dal 2013, con l’edizione Source of Light, Sensation è stato esportato anche in Italia grazie all’organizzatore italiano Massimo Fregnani, che ha creduto fin da subito nelle potenzialità dell’evento e lo ha reso una realtà tangibile anche per gli italiani.

Sensation, in effetti, è più di un semplice dance show, è propriamente un brand che evoca molteplici concetti: energia, divertimento, libertà, immaginazione, lifestyle, spettacolarità, atmosfera. E’ in tutto e per tutto una sensazione, perpetua e pulsante, che avvolge lo spettatore per sei ore consecutive in un turbinio di musica, spettacolo dal vivo ed effetti di luce, regalandogli un’esperienza percettiva senza precedenti.

 

DSC_0050

La scenografia, sempre di altissimo livello, riveste un ruolo predominante nella trasmissione del senso di evasione dalla realtà, riuscendo a far vivere al pubblico una delle esperienze più coinvolgenti che è possibile sperimentare al di fuori della vita di tutti i giorni. Nel corso dell’evento è possibile assistere a spettacoli pirotecnici, giochi d’acqua, coreografie eseguite da ballerine professioniste che indossano costumi a tema, e tanto altro di cui solo chi vi ha assistito almeno una volta può comprendere il fascino.

Il live show raggiunge il culmine della sua bellezza grazie agli incredibili effetti luminosi che colpiscono gli occhi dello spettatore dall’inizio alla fine. La luce, in tutte le sue forme, serve infatti ad amplificare le percezioni sensoriali, in primis visive ed uditive, avvolgendo il tutto con un’inebriante aurea di purezza e, in un certo senso, di esclusività.

Il rigido dress-code, a cui tutti i partecipanti ad un party Sensation devono attenersi (pena il divieto di accesso al luogo dell’evento), impone di vestire solo indumenti di colore bianco, eccezion fatta per scarpe e piccoli accessori; è essenziale che la luce rifletta il bianco per massimizzare l’intensità dei colori di cui essa si tinge, portando il riverbero visivo ai massimi livelli.
A tutto questo fa da contorno la musica di dj di fama mondiale, scelti sempre in maniera accurata e coerente al contesto, che hanno il compito di intrattenere le orecchie del pubblico dalle 10 di sera alle 4 del mattino. Quest’anno l’Unipol Arena ha avuto il piacere di ospitare tra i più importanti ed apprezzati artisti del panorama electro-house, quali Hardwell, Dyro e le sorelle Nervo, che con la propria musica sono riusciti a soddisfare egregiamente le attese, facendo scatenare nel ballo senza sosta tutti i presenti.

 

DSC_0075

Mr White, personaggio simbolo di Sensation, che di bianco non ha solo gli abiti ma anche la pelle (per ovvio merito del make-up artist), è il dj resident preposto ad aprire le danze, introducendo il pubblico alla scoperta del tema di ogni nuova edizione annuale che, rappresentando una delle peculiarità cardine dell’evento, varia sempre in maniera originale e creativa.

E’ un peccato che a differenza dello scorso anno, in cui Sensation aveva registrato più di 13mila presenze, l’evento del 2014 non abbia raggiunto il sold-out sperato, ma è comunque riuscito ad attirare migliaia di partecipanti, confermandosi l’evento dance più importante della stagione (se non dell’anno). Speriamo, quindi, che la Sensation Night si ripeta ancora una volta in Italia con una nuova edizione, e che nel tempo riscuota sempre più successo grazie alla sua proverbiale sensazionalità.

DSC_0101

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata