Testo di – SVEVA SCARAVONATI

18-19-20 giugno. Un solo luogo: Barcellona.
In questi tre giorni gli organizzatori del festival, come dal lontano 1994, ci deliziano con lineup d’eccezione tra cui Die Antwoord, Kiasmos, Jamie xx, Voices from the Lake, Skrillex e DJ Tennis, per citarne alcuni.

Ma Sònar festival non è solo musica.
E’ musica certo, ma attenzione minuziosa verso la creatività e la tecnologia, intesa come melting pot tra diverse culture e come opportunità per rendere ancora più atmosferica e d’impatto la musica.

1-KRAFTWERK_c.BOETTCHER

Tecnologia digitale e produzioni audiovisive sono poste a totale disponibilità di un genere musicale che deve vivere anche di questo, combinando scenario interpretativo a concretezza digitale.
Il format infatti, pioneristico dal suo primo anno di nascita, prende forma e reputazione anno dopo anno proprio per la sua avanguardia, l’attenzione alla natura e la sperimentazione dedicata alla musica dance ma soprattutto elettronica. Il punto forte è la capacità di affiancare ad imponenti nomi della scena musicale nuovi protagonisti della musica emergente, giusto mix per una ricetta squisitamente vincente.

Le location di questo “sogno tecnologicamente elettronico”, come amo definirlo, sono principalmente due: Sònar by day, in cui si svolgono concerti, showcases e SònarD+. Inoltre si svolge il congresso basato appunto sull’industria digitale e creativa, in cui i diversi esperti possono dialogare tra loro anche di business. La seconda area invece è Sònar by night, in cui si esibiscono i nomi più importanti tra live e dj set.

Altro interessante aspetto del festival è il già citato Sònar D+, uno spazio in cui poter seguire diverse attività e laboratori a servizio della collettività creativa, un momento di condivisione di idee e di competenze per migliorare l’interpenetrazione tra a creatività, tecnologia, innovazione e business.

Incentive_Barce_731px

Per chi non potesse partecipare personalmente è stata predisposta una piattaforma web organizzata direttamente dal festival, in collaborazione con Culturebox. Sarà possibile inoltre poter rivedere alcune performance anche alla conclusione del magico momento Sònar on demand.

Sònar, un momento per far risuonare ed elevare la musica elettronica a momento spirituale e rituale dotato di forza futura.

4 Risposte

    • Sveva

      Bobo, l’articolo è stato scritto da me.
      L’intento era unicamente quello di dare una presentazione generale del Festival, in cui indicare i maggiori presenti e le locations.

      Rispondi
      • Bobo again

        e quale sarebbe l’utilità di presentare un festival quando ormai e’ già finito? un articolo così o lo fai prima del festival, oppure dopo scrivi quello che e’ successo. se e’ una presentazione, le cose si presentano prima che abbiano luogo. understand?

  1. Sveva

    L’articolo è stato scritto durante il festival, non alla sua conclusione.
    Mi spiace che tu la pensi così, ma il mio intento era sinceramente questo, dato che non ho potuto presenziare al festival: presentare generalmente l’evento con luoghi e presenze descrivendo il progetto Sonar D+.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata