Poesia di -LORENZO VERCESI

 

Torna inverno

e io rimango

solido nel mio stolto sorridere

torna inverno

e sono qui

fermo

davanti al piangere d’un salice

Solo e indifferente

al ferragliare d’un treno in corsa

sapendomi ruggine

rimiro assente

un giglio sporgersi

dal ferro d’una grata

e come la luna

obliquo

sogghigno

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata