Testo di – FEDERICA DOGLIANI

tame

Who’s who? : Tame Impala

From: Perth, Australia

Album rilasciati: Lonerism, 2012 – Innerspeaker, 2010

“Rock band hypno groove dal continuo fluire psichedelico che enfatizza una melodia onirica”, così si definiscono i Tame Impala e solo con questa definizione ti viene già voglia di ascoltarli. Il gruppo è in attivo già dal 2007, ma solo negli ultimi anni grazie all’importanza di alcuni dei palchi calcati come Coachella, Primavera Sound e Gastonbury,  riesce a fare capolino nella scena alternative internazionale.

Il frontman , Kevin Parker, è la mente del gruppo, voce solista, compositore di testi e musiche nonché chitarra, e più che australiano avrei senza dubbio pensato fosse uno dei tanti geni sfornati dal Regno Unito, anche se in realtà lui con gli U.K. ha comunque molto a che fare. Parker sembra la reincarnazione di Lennon, e coi Beatles non c’è solo la somiglianza vocale ma anche una buona dose di psichedelica alla I am the walrus o Revolution: insomma hanno preso il meglio mixandolo nel XI secolo.

Nell’ultimo album Lonerism troviamo brani come Feels like we only go backwards, che ti fa tornare indietro nel tempo con un video dal sapore trip anni ’70 (da non perdere!!) in stile White Rabbit dei Jefferson Airplane, ma anche brani dai suoni più contemporanei, un po’ alla Black Keys, come Elephant,  che lascia spazio anche a diversi minuti di instrumental, dove si vede come sanno giocare con tastiere, chitarre e batteria.

I Tame Impala, sembrano usciti da una comune hippe, capello lungo, vestiti a caso e quell’aria da persi nelle nuvole, che alla fine ci piace tanto.  Il gruppo, che conta alcuni milioni di visualizzazioni su YouTube, ha deciso di farci visita in Italia (yhauuuuu!):

9-luglio– RAVENNA FESTIVAL-Ravenna

10-luglio-UNALTRO FESTIVAL- Circolo Magnolia, Segrate (MI)

13-agosto-Mojotic Festival – Sestri Levante (GE)

Per tutte le altre date visitate il loro sito: www.tameimpala.com

TOP 5 tracks:

  1. Feels like we only go backwards

  2. Elephant

  3. Apocalypse dreams

  4. Solitude is bliss

  5. Mind mischief

Vale la pena ascoltarli su YouTube, mentre si apprezza il loro lavoro sulle immagini in movimento.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata