Testo di – EDOARDO RIGHINI

 

Nota dell’ autore:
ART-ICOLI è, prima di tutto, un gioco di parole. È un gioco che, prima o poi, tutti abbiamo fatto, seduti su una poltrona di un museo o davanti alle immagini del libro di storia dell’arte. Ecco, gli ART-ICOLI sono proprio questo, storia dell’arte, ma, ancora più esattamente, storia nell’arte. Sono testi minuscoli, rapidissimi, che raccontano un’opera, che è racconto a sua volta. Sono fatti per essere letti con un occhio, mentre l’altro osserva l’immagine che ne ha fornito lo spunto. Si scoprirà, allora, che sono mille le storie che possono nascere dalla stessa fonte. Tutte vere e tutte inventate.

carlo-carr-il-pino-sul-mare-1361067390_b

«Il pino sul mare», Carlo Carrà (1921)

Erano passati ormai due anni. Sarebbero stati due anni esatti i primi giorni di Giugno. E lui ancora non era tornato. Lei, dal canto suo, lo aspettava, come gli aveva promesso quel giorno, quando lo aveva visto partire per il mare. Stese il lenzuolo del loro letto, bianco come una promessa. Il sole lo asciugava. Due anni che lui mancava e due anni che lei lavava quel lenzuolo: doveva essere pulito per quando lui sarebbe tornato. Il vento gonfiò il lenzuolo come una vela; sembrava glielo volesse portare via. Si appoggiò al pino marittimo che a quell’ora faceva ombra a tutto il giardino. Senza staccare gli occhi dal mare gli sfiorò con le dita la corteccia. La salsedine la stava consumando, poco a poco.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata