Testo di – Claudia Frangiamore

Foto di – Claudia Frangiamore e Pierluigi Spera

Salerno, fino a Gennaio 2015

Anche quest’anno le Luci d’Artista di Salerno, lo straordinario complesso luminoso che ogni Natale abbellisce le strade, i vicoli e le piazze della città campana, si confermano un grandioso successo e un’occasione, unica nel suo genere, per assaporare fino in fondo lo spirito giocoso e sognante delle festività invernali.

aaaaaaa

Traendo ispirazione dalle installazioni luminose che nel 1998 accesero le vie di Torino durante il periodo natalizio, il Comune di Salerno diede il via nel 2006 alla primissima edizione di Luci d’Artista, che da inizio novembre a fine gennaio prevede il montaggio lungo le strade e i palazzi cittadini di una serie di variegatissime luminarie, realizzate da artisti e designers contemporanei provenienti da tutta Europa.

1

Il carattere artistico delle installazioni è ciò che le rende propriamente uniche: si tratta di luci dal forte impatto visivo e scenografico, poiché formano particolareggiate figure dai mille colori come rose, alberi innevati, tappeti volanti, dragoni cinesi… Una sorta di “sfilata” di forme luminose che riesce a impreziosire e rendere speciale ogni angolo della città, allietando gli sguardi e gli animi dei visitatori nella passeggiata per le vie del centro storico.

010101010

Ma ciò che più colpisce, in mezzo a cotanta meraviglia, è senza dubbio “Il giardino incantato”, sito all’interno della Villa Comunale di Salerno, che ogni anno cambia tema e si veste di nuove forme e colori, sempre più fantasiose ed elaborate. Per l’edizione 2014-2015 gli spazi verdi della villa ospitano elementi tratti dal mondo delle fiabe, portate a conoscenza del grande pubblico per mezzo delle opere cinematografiche Disney.

3
È possibile ammirare la carrozza di Cenerentola trainata dai quattro cavalli bianchi (con tanto di zucca arancione dietro di sé) e il vascello di Capitan Uncino circondato dai coccodrilli. Immancabili le varie figure animali, come topini e scoiattoli, adornate dalla vivacità delle luci.

qqqqqqqqqqqqqqqqq

Tutto ciò conferisce a Luci d’Artista un carattere di spettacolarità che è proprio la matrice del suo enorme successo, ed è ciò che nel tempo ha reso la già magnifica Salerno uno dei luoghi più gettonati da visitare durante le feste (pre e post) natalizie. L’ingente numero di visitatori italiani e stranieri, che vengono per ammirare queste fantastiche luminarie sparse in tutta la città, è la riprova che le iniziative in ambito artistico e culturale siano tutt’oggi in grado di riscuotere successo in termini di affluenza, ed essere ampiamente apprezzate anche al di fuori dei confini nazionali.

0000000

Ci troviamo, insomma, di fronte ad un innovativo e ambizioso (ma comunque riuscitissimo) progetto di valorizzazione del territorio, che si avvale del sempreverde strumento della creatività per dare nuova linfa ad un luogo o, come in questo caso, ad un intero centro urbano. Progetto che si afferma e si espande sempre di più grazie anche al “gemellaggio”, avviato tra i Comuni di Salerno e Torino in vista dell’edizione 2009-2010 di Luci d’Artista, che ne ha sancito il sodalizio collaborativo e che permette ogni anno lo scambio delle installazioni fra le due città, di modo che l’una possa utilizzare le opere dell’altra per l’inverno successivo.

Nel 2011 l’iniziativa ha potuto vantare la partecipazione dell’artista Nello Ferrigno, originario proprio di Salerno, il quale attinge la propria ispirazione dalla pop art americana e dall’arte concettuale; per l’edizione di quell’anno, Ferrigno ha appositamente disegnato una serie di originali pannelli luminosi, la cui realizzazione è stata affidata alla ditta torinese.

2

Per tutti questi motivi, Luci d’Artista è senza dubbio una manifestazione di carattere artistico-culturale tra le più originali e creative che siano mai state realizzate in Italia, e rientra di diritto nel novero delle iniziative che riescono, seppur limitatamente al periodo delle festività, a rilanciare in maniera mirabile il turismo culturale nel nostro Bel paese. D’altronde, cosa c’è di meglio che scoprire le bellezze di un luogo, guidati dall’incanto delle sue luci e dei suoi colori?

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata